SEO per immagini su WordPress: Best practice 2022

Notizie

Scritto da :

Pubblicato su :

Tags :

arimaslab,Digital marketing,Media Uploader,Ottimizzazione SEO,SEO
SEO per immagini su WordPress: Best practice 2022

La SEO è un processo essenziale per qualsiasi sito web. Uno dei modi migliori per ottimizzare il contenuto di una pagina è utilizzando le immagini.

WordPress è il sistema di gestione dei contenuti più popolare in uso oggi. Ha un Uploader multimediale specifico che non è solo semplice da usare, ma è anche un utile strumento di ottimizzazione per i motori di ricerca.

Le modifiche ai dati delle immagini utilizzate nei media di WordPress possono essere svolte tranquillamente senza utilizzo di plugin, nonostante ce ne siano molti utili per facilitare l’ottimizzazione SEO.

Il caricamento di contenuti multimediali come immagini, video, file e altro ancora è utile per ogni sito web non solo per l’estetica. L’aggiunta di contenuti multimediali aiuta i visitatori a comprendere meglio i contenuti, prodotti o servizi e fornisce un altro modo per trovare i contenuti tramite i motori di ricerca.

I campi personalizzati sul Media Uploader

Nei media di WordPress sono inclusi dei campi personalizzati come titolo, dimensioni, testo alternativo, descrizione e altro ancora in cui le puoi includere informazioni pertinenti che rendono anche i media più accessibili alla SEO. Questo è il modo più semplice per migliorare i tuoi contenuti multimediali.

Questi campi personalizzati memorizzano le informazioni e legano i supporti caricati alle informazioni immesse, creando una connessione tra i due. Quando i motori di ricerca stanno scansionando questo supporto, rilevano i dati inseriti, i supporti o entrambi, il che a sua volta rende il supporto più ricercabile.

Gli utenti di WordPress hanno la possibilità di lasciare questi campi vuoti, in quanto non sono tenuti a caricare i media, ma sono garantiti modi per i dati da afferrare dai motori di ricerca, specialmente attraverso le ricerche sui media. In questo modo i visitatori possono trovare i contenuti attraverso ricerche di link ai motori di ricerca, ricerche di immagini o ricerche video in base ai dati informativi forniti nei campi personalizzati.

  • URL – l’URL è il collegamento diretto a dove l’immagine selezionata verrà memorizzata sul tuo sito web. L’URL non può essere modificato una volta inserita l’immagine o l’immagine non verrà più memorizzata lì e scomparirà.
  • Titolo – Il titolo è il nome che decidi di dare all’immagine stessa e può essere modificato.
  • Didascalia – Inserisci una breve didascalia che sarà visibile direttamente sotto l’immagine inserita. Questo è un buon posto per mettere fonti e crediti per le immagini.
  • Testo alternativo – il testo alternativo, o testo alternativo, è il testo visualizzato nella pagina Web se la pagina carica le immagini lentamente o con ritardo. Il testo sarà visibile anche a chiunque abbia qualsiasi tipo di lettore di schermo o tecnologia assistiva.
  • Descrizione – La descrizione è dove puoi parlare di quale sia l’immagine o del perché è stata scelta. La casella di descrizione è facoltativa e se si sceglie di collegare l’immagine a una pagina di allegato, questo è il testo che apparirà con l’immagine.

Tutte queste opzioni sono opportunità per i tuoi media di classificarsi ed essere ricercabili nei motori di ricerca, oltre a legare i media direttamente ai tuoi contenuti in modo che il contenuto venga anche come parte della ricerca.

Impostazioni multimediale

Oltre ai campi personalizzati, la visualizzazione degli allegati è importante anche per WordPress SEO. La visualizzazione degli allegati viene visualizzata nella parte inferiore dell’editor di immagini per l’immagine selezionata. Questo spiega come l’immagine apparirà sulla pagina web, comprese le sue dimensioni, se si collega a un’altra pagina e dove sulla pagina sarà centrata.

  • Pagina di allegato – La pagina di allegato collega l’immagine inserita nella sua pagina di allegato multimediale di WordPress, o dove l’immagine sarà collegata quando viene cliccata da un visitatore del tuo sito web.
  • File multimediale – questa opzione collega l’immagine direttamente alla versione originale del file caricato.
  • URL personalizzato – è possibile impostare un URL personalizzato per l’apertura dell’immagine quando è collegata da un visitatore, che è diverso dall’URL collegato nei dettagli dell’allegato.
  • Nessuno – L’utilizzo di questa sezione rimuove completamente il link dall’immagine, quindi i visitatori non possono fare clic su di esso e lo trasforma semplicemente in un’immagine su una pagina.

Tutte queste opzioni sono importanti per l’ottimizzazione dei motori di ricerca, poiché le immagini e i media possono essere cercati per dimensione (piccola, media, grande o dimensione dell’icona) e per dimensione del singolo pixel. Ulteriori filtri di ricerca includono il modo in cui le immagini sono state pubblicate di recente, il tipo di supporto pubblicato e l’ora in cui il supporto è stato pubblicato.

Una volta che le impostazioni dell’immagine sono state completate fai clic sul pulsante blu “Inserisci” per posizionare l’immagine sulla pagina web. Una volta che l’immagine appare sulla pagina web in cui l’hai specificata, puoi salvare la pagina e i dati che hai inserito possono essere cercati dai motori di ricerca.

Dimensione file

Un altro buon modo per migliorare il tuo SEO è usare immagini più piccole. Quando le immagini vengono caricate troppo a lungo, può infastidire le persone e lasciano il sito. Le immagini più piccole vengono caricate più velocemente e le persone rimangono sul sito più a lungo: aiuta Google a classificare quel sito più in alto. Per ridurre le dimensioni del file delle immagini, è possibile utilizzare i servizi online per comprimere immagini come TinyPNG o ShortPixel. Questi servizi possono ottimizzare le immagini senza perdite.

Conclusione

Avere qualsiasi tipo di supporto sul tuo sito web WordPress è importante. Immagini, video, animazioni, ecc., offrono tutte un’opportunità extra per i tuoi contenuti di essere trovati in un motore di ricerca.

I campi personalizzati all’interno di ogni post multimediale rappresentano altre opportunità per i tuoi contenuti di apparire nei motori di ricerca poiché i dati raccolti da questi campi personalizzati sono inclusi negli algoritmi dei motori di ricerca.

Se l’articolo ti è piaciuto visita il nostro blog e resta aggiornato sulle ultime tendenze nel mondo del marketing digitale!